L’impegno per il rilancio di Sferracavallo

Stamattina col consigliere comunale Antonino Randazzo e col consigliere di circoscrizione Giovanni Galioto siamo stati a Sferracavallo per un sopralluogo e per dare aggiornamenti rispetto alle priorità di lavoro che avevamo concordato coi comitati, cittadini e attivisti della borgata durante la visita effettuata poco prima del lockdown.

Ecco una breve sintesi per punti

Realizzazione bretella Via Nicoletti e opere di urbanizzazione di via Leone

Sono due opere prioritarie per il rilancio di Sferracavallo. In entrambi i casi si tratta di progetti (per un totale di circa 9 milioni di euro) privi di copertura finanziaria. Il nostro impegno è proprio sul reperimento delle risorse necessarie. Lo scorso maggio abbiamo scritto una nota al Comune di Palermo  per chiedere di partecipare ad un bando del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (fondi P.A.C.), con scadenza il mese successivo, per chiedere il finanziamento degli interventi di via Nicoletti e via Leone. Purtroppo, da quello che ci risulta, il Comune non ha presentato istanza.
Riteniamo estremamente grave che non sia stata colta questa occasione che avevamo offerto al Comune e le difficoltà post covid non possono rappresentare una scusa valida per rinunciare a priori alla partecipazione di un bando.
Stiamo proseguendo con determinazione, percorrendo altre strade. Per questo alcune settimane fa ho depositato una interpellanza al Ministro per il Sud e la coesione territoriale per chiedere che nelle prossime riprogrammazioni delle risorse FSC questi due interventi per Sferracavallo abbiano priorità. Continueremo a fare pressione per giungere al risultato.

Ecomostro (ex centro di soccorso a mare)

A seguito di numerose riunioni ed interlocuzioni siamo riusciti a chiarire la titolarità della struttura (statale), che è stata messa in sicurezza. Il Provveditorato alle opere pubbliche ha inserito l’abbattimento dell’ecomostro tra gli interventi da realizzare con priorità. Tramite interpellanza ho sollecitato il finanziamento ministeriale.

Passerella di Sferracavallo

Lo scorso febbraio, a seguito di sopralluogo, abbiamo scritto una nota al Comune di Palermo per chiedere un approfondimento rispetto all’intervento di manutenzione straordinaria della passerella lignea di Barcarello, il cui appalto risultava allora in aggiudicazione. Ritenevamo infatti che l’intervento previsto (importo 60.000 euro) non risolvesse alcun problema e che fosse più utile spendere le risorse disponibili per smantellare una porzione della passerella. Purtroppo su questo fronte non abbiamo avuto riscontri positivi. Il sopralluogo di oggi ha confermato l’inutilità dell’intervento: potrò sbagliarmi ma girare travi e assi di legno semidistrutte e poggiarle su dei conci di tufo con spessori creati all’occorrenza appare come mettere la polvere sotto il tappeto. Il nostro gruppo consiliare chiederà un ulteriore sopralluogo con RUP e ditta che deve realizzare i lavori. Non siamo troppo fiduciosi sulla possibilità di rendere proficuo questo intervento. Dall’incontro di oggi con cittadini e comitato “Il mare di Sferracavallo” – che ringraziamo per il sempre prezioso contributo – abbiamo deciso di approfondire l’iter del progetto di riqualificazione con sostituzione dell’intera passeggiata lignea del Comune di Palermo, al fine di impegnarci per il reperimento delle risorse necessarie. Approfondiremo nelle prossime settimane.

Concessioni demaniali marittime

Lo scorso febbraio abbiamo fatto una prima istanza di accesso agli atti alla Regione per avere contezza delle realtà concessorie di Sferracavallo.

Sfoglia la galleria